Le "Trasmigrazioni" di Roberto De Siena in mostra a Cuneo

Percorso antologico ed artistico visitabile presso il Collegio dei Geometri della Provincia di Cuneo.

Il 06 maggio scorso presso il Collegio dei Geometri della Provincia di Cuneo si è inaugurata la mostra “Trasmigrazioni” dell’artista cuneese Roberto De Siena.

Roberto De Siena, classe 1960, sin da subito si presenta come autodidatta ma quando ci si trova dinanzi alle sue tele si stenta a crederlo. Ogni sua lavorazione artistica trasuda sapienza, esperienza, ricerca e lavorazione precisa.

L’attività di De Siena inizia negli anni Ottanta quando si approccia alla lavorazione del vetro come apprendista di bottega. In questo ambito professionale l’artista apprende l’arte del restauro delle vetrate a piombo e della pittura su vetro. Affina in questi anni la passione per il disegno che ha sin da bambino.

Negli anni continua a respirare l’odore dell’arte e fonda “Lavorazioni artistiche”, un luogo di aggregazione per pittori, scultori, architetti e musicisti. Qui tutti gli artisti possono scambiarsi idee ed opinioni, possono discorrere e confrontarsi sulle nuove tecniche artistiche ed apprendere gli uni dagli altri.

Intanto gli anni passano.

Con l’arrivo del terzo millennio Roberto De Siena prende l’importante e coraggiosa decisione di dedicarsi quotidianamente e totalmente alla pittura. Quando l’ho avvicinato e gli ho chiesto cosa lo avesse spinto a questa scelta mi ha risposto: “Per me la pittura è un fatto di vita; non ne posso fare a meno”.

Questa passione, unita a molto studio ed approfondimento, hanno portato De Siena ad ottenere importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Nel 2009 il Concorso Nazionale “Premio Primavera” di Foggia gli assegna il Terzo Premio.

Nel 2010 il Concorso Internazionale “La materia e lo spirito” di Piacenza gli assegna il Premio della Giuria per l’opera “Metanemos”.

Nel 2011 ottiene il Premio “Città di Washington” per la sua originalità e la forza espressiva delle sue opere. Nello stesso anno ottiene nuovamente il Premio della Giuria al Concorso Internazionale “La materia e lo spirito” di Piacenza e il Quarto Premio al Concorso Nazionale “Premio Primavera” di Foggia.

Negli anni, poi, ha esposto in diverse mostre personali e collettive deliziando il suo pubblico con tele accattivanti, moderne e ricche di significato.

Fra le opere che più mi hanno colpito sicuramente vi sono “La città lontana”, olio su tela 80x80, e “Rinascenza”, olio su tela 100 x 70.

Chi vorrà visitare “Trasmigrazioni” lo potrà fare tutti i venerdì e sabato dalle 16:00 alle 19:00 e la domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:30 fino a domenica 29 maggio presso la sala del Collegio dei Geometri sita in Via San Giovanni Bosco, 7 (sotto i portici del Complesso “Agorà porta di Francia”).

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 09/05/2022