Concorso Nazionale di Narrativa “Terra dei Padri” terza edizione

Tra i vincitori che verranno premiati a Vasto (Chieti) il nostro collaboratore Alessandro Mella

Sono stati resi noti i nomi dei vincitori delle tre sezioni (Giovani, Poesia e Racconti) della terza edizione del Concorso nazionale di Narrativa “Terra dei Padri”, che ha acquisito sempre maggior prestigio, e che quest’anno è stato dedicato al “Giorno del ricordo”, tematica scelta per onorare la memoria delle migliaia di vittime italiane delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata.

I partecipanti al Concorso hanno dimostrato una sensibilità non comune nel trattare un tema così complesso per drammaticità e difficoltà di rappresentazione. Ciascuno di loro, attraverso la propria capacità espressiva e il personale stile di scrittura, ha saputo restituire emozioni di grande intensità esistenziale. L’argomento è stato approfondito, vissuto e indagato sia in maniera prosastica che lirica attuando un suggestivo ed empatico focus emozionale sul senso di disagio, disorientamento e precarietà esistenziale che simili tragedie umane sono in grado di generare nell’animo delle vittime.

I numerosi elaborati sono stati valutati da una Giuria composta dal Presidente Pierfranco Bruni (Presidente Centro Studi Francesco Grisi), Stefania Romito (Scrittrice e Giornalista), Nina De Leo (Poetessa e Scrittrice), Vito Fumarola (Docente), Roberto Biffis (ANVGD Treviso), Marco Solfanelli (Editore), Franca De Santis (Presidente Terra dei Padri).

Dopo attenta consultazione e valutazione, la Giuria ha stabilito i nomi dei vincitori e degli autori che hanno ottenuto una Menzione di merito, di seguito indicati in ordine alfabetico:

Sezione “Giovani”

Vincitori: “Più non lo ricordo” di Gabriele Casafino (Torino), “Un mare di dolore, un mare di amore” di Istituto Omnicomprensivo (Città Sant’Angelo - PE), “Abisso” di Andrea Verrocchio (Pescara)

Menzioni di merito: “Mio nonno un profugo istriano” di Francesca Marin (Udine), “Il treno dei colori spezzati” Alessio Manfredi Selvaggi (Campobasso), “Senza terra madre” di Roberta Smargiassi (Vasto)

Sezione “Racconto”

Vincitori (con due posizioni a pari merito): “Dal grande raccordo anulare” di Giuliana Donorà (Torino) e Marco Brecevich (Roma), “Mi chiamo Graziano” di Roberta Mazzoni (Jesi - AN), “Io ci sono già stato” di Alessandro Mella (Viù - TO), “Sinfonia” di Gioia Senesi (Matelica - MC)

Menzioni di merito: “Frammenti di luce e memoria” di Cristina De Giorgi (Roma), “Fovea, il peso dei corpi” di Rosa Pugliese (Venosa - PZ), “Cambio” di Eligio Burul Simat (Mantova)

Sezione “Poesia”

Vincitori (con due posizioni a pari merito): “Fiume lontana” di Lamberto Maria Amedei (Verona), “Restare o andare” di Alfonso Gargano (Salerno), “La bambina con la valigia” di Serenella Minichetti (Cascina - PI), “Martirio” di Alessandra Sorcinelli (Cagliari)

Menzioni di merito: “Il sorriso di Norma” di Cristina De Giorgi (Roma), “Nonna Maria” di Tony Fabrizio (Bonito - AV), “Pasqua Toffetti” di Patrizia Stefanelli (Itri - LT)

L'ordine di classificazione verrà comunicato durante la Cerimonia di Premiazione che si terrà a Vasto (Chieti) il 9 settembre alle 17:00, presso l'Auditorium del Liceo artistico “Pantini-Pudente".

Per l’occasione verrà realizzato un percorso figurativo a tema. A condurre l’evento sarà Stefania Romito affiancata da Giuseppe Terone.

Alcuni testi verranno selezionati per essere pubblicati all’interno di una prestigiosa antologia la cui Prefazione sarà curata da Pierfranco Bruni.

Il Concorso, il cui simbolo è rappresentato dal suggestivo dipinto di Ylenia Paladino, gode del patrocino di: Comune di Termoli, ENAC (ente nazionale attività culturali), Comitato 10 febbraio, ANGV (associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia).

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 14/06/2022