Sassari – Il patrimonio romanico della Sardegna in un libro della Carlo Delfino Editore

Tre scrigni di arte romanica, per raccontare la storia la cultura la devozione della meravigliosa Sardegna

Conosciamo la meravigliosa Sardegna, per le sue bellezze naturali, il patrimonio nuragico, ma l’isola conserva un altrettanto ricco patrimonio, quello romanico che pochi conoscono. Questi eccellenti capolavori artistici architettonici vengono  messi in risalto e  raccontati -  nello splendido volume bilingue italiano – inglese “I Gioielli del romanico” attraverso splendide foto di Paolo Barone,  e approfonditi  testi di Stefano  Alberto Tedde. Il libro è pubblicato dalla casa editrice Carlo Delfino Editore (foto copertina cartonata rilegata pp. 247 ill. colori ).

Nella premessa del volume, Stefano Alberto Tedde, “ I siti descritti, sono accomunati dagli itinerari devozionali, dalle vie dei mercanti ma anche dalle strade della transumanza.  Scrive ancora l’autore, nel maggio 1938 , le tre chiese  di Ardara, Borutta e Condrongianos, diventarono tappe fondamentali di un tour promosso dall’Ente Provinciale per il Turismo, nell’ambito della manifestazione:Primavera sarda”.

Grazie all’’interessamento preso  dal Dottor Ivano Spallanzzani , Presidente Associazione”Amici della Basilica di Sacccargia onlus, possiamo avere questi gioielli nello splendore per la visita. In occasione di una  visita, fatta da Spallanzani, alcuni anni or sono-   alla basilica della Santissima Trinità in Condrogianos  e  vedere questo patrimonio lasciato a se stesso, decise  di interessarsi  e fare qualcosa, perché  fosse valorizzato.  Venne informato che nel raggio di pochi chilometri vi erano altri due gioielli dello stesso spessore artistico e i sindaci delle rispettive città erano molto  sensibili a questo patrimonio.

Il Dottor Spallanzani, allora  propose di fondare un Associazione “Amici della Basilica di Saccargia”, subito i primi cittadini apprezzarono l’idea ed ecco assieme ad  altri amici sensibili allo scopo aderirono. L’associazione, dunque ha come  obbiettivo  di valorizzare e conservare al meglio queste basiliche e renderle anche un volano economico per tutto il territorio circostante.

"Un'unione apprezzata dall’intera - scrive Spallanzanicomunità sarda. Un’unione che può essere esempio implementare lo spirito associativo al fine di unire le forze ed  i patrimoni delle singole comunità per il bene economico e culture di tanti”.  Tre preziosi scrigni dello straordinario patrimonio storico  e culturale delle Basiliche di Ardara, Borutta, Codrongianos, una sintesi tra fede e cultura. Il volume gioielli del romanico, vuole essere testimonianza preziosa, iconografica e narrativa della bellezza di tre eccellenti monumenti che incarnano la storia della Sardegna.

Tre meraviglie romaniche che raccontano al loro interno l’anima dell’isola la cultura e l’orgoglio di un popolo il cammino della fede e della devozione di una comunità. “Il volume, scrive, Monsignor Giancarlo Zichi, Direttore Ufficio Beni culturali ecclesiastici  della diocesi di Sassari, “ Ha lo scopo di riaffermare che le basiliche sono opere nate a partire dalla fede nell’incarnazione del verbo di Dio e sono frutto di tale fede. Attraverso le bellissime e artistiche riproduzioni fotografiche, si è voluto indicare che sono luoghi attualmente significativi per educare alla Bellezza”.   

Giuseppe Cappai, Presidente Focus Europe - Laboratorio Progettuale per l’Integrazione Europea,Cimentarsi nella promozione della bellezza e della sua esaltazione in chiave religiosa, turistica e culturale ha dato vita ad una meravigliosa avventura che ha reso possibile l’approfondimento di dettagli e spunti artistici di tre monumenti che incarnano la storia l’arte la cultura della Sardegna”.

Il libro con testi descrittivi esaurienti viene completato da tutti i riferimenti iconografici riportati nel testo e si conclude con una ricca bibliografia essenziale per rendere il capolavoro letterario apprezzabile dal lettore. Il volume  è realizzato all’interno del progetto della Valorizzazione Romanico delle Basiliche  di Ardara , Borutta  Codrongianos finanziato dalla Fondazione Sardegna. Libri di questo spessore in giro se ne vedono pochi. Veramente un bel libro di arte e cultura.

Autori:

Paolo Barone , Catanese (1951), oltre trent’anni fa scopre per caso la magia della pellicola e da allora riversa nella fotografia la sua passione, il suo bisogno espressivo. Girovago per il mondo osserva curioso tutto quello che gli sta intorno per catturarne il senso, trarne un’emozione e provare a raccontarla. Ama il colore che la natura mediterranea spinge ad esaltare e nelle immagini cerca sempre la compiutezza di una narrazione. Sono numerose le pubblicazioni, le produzioni video e le mostre fotografiche che lo vedono protagonista in Italia in Europa,  Argentina, Brasile, Cile Perù e Uruguay.

Stefano Alberto Tedde,  nato a Sassari nel 1977 archivista. Laureato con lode in Scienze dei Beni Culturali, ha conseguito il diploma di specializzazione in Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di stato di Cagliari. Ha dedicato parte dei suoi studi alla storia moderna e contemporanea della Sardegna. Tra i suoi lavori ricordiamo: “Da Siligo ad Ardara. Tracce di età giudicale nella tradizione toponomastica”, in G. Strinna e G. Zichi (a cura di), S. Elia  di Monte Santo, All’insegna del Giglio, 2017;«Ornat de insigne pintura»: “il Retablo maggiore di Ardara descritto nelle visite pastorali”, in T. Cabizzosu e D. Mascia ( a cura di), il Retablo maggiore di Ardara, cinquecento anni di storia, arte, fede, Carlo Delfino editore, 2018.

Descrizioni immagini

Foto copertina libro

Foto 1  Mappa dei siti  

Foto 2 Ardara  Basilica di Santa Maria del Regno “Ambone” ligneo del Cinquecento

Foto 3 Ardara Basilica di Santa Maria del Regno “ Navata centrale”

Foto 4 Borutta Basilica di San Pietro di Sorres, veduta scorcio della Basilica

Foto 5 Codrogianos Basilica della Santissima Trinità di Saccargia,  facciata dell’abbazia

Le immagini per documentare il testo sono tratte dal volume:

”Gioielli del Romanico” copertina cartonata, bilingue italiano - inglese  foto di Paolo Barone e  testi di Stefano  Alberto Tedde,  pp.247  ill. col. Carlo Delfino Editore, Sassari, 2021, €49.00

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 28/06/2022