Carlo Calenda invoca il ricorso alla forza per realizzare i rigassificatori

Usare l'Esercito contro i manifestanti rispetta i dettami costituzionali?

La campagna elettorale è appena iniziata ma il tono dei politici che mirano a fare il premier è violento e aggressivo.

L’ultimo in ordine di tempo è Carlo Calenda, leader di “Azione”, che nei giorni scorsi ha fatto dichiarazioni molto forti riguardo a quei cittadini che intendono opporsi alla costruzione di rigassificatori nel loro territorio urbano.

Calenda, in uno dei suoi tanti interventi pubblici, ha dichiarato che “all’Italia servono 11 termovalorizzatori e 2 rigassificatori, vanno fatti e se è necessario le aree vanno poste come se fossero militari. E’ una questione di sicurezza nazionale”.

La gravità di queste parole è somma. Come può un politico invocare l’Esercito per contrapporsi alla popolazione civile, inerme e disarmata, che ha la sola “colpa” di voler esercitare il diritto costituzionale di manifestare pacificamente il proprio dissenso?

Il “Patto Repubblicano” fra “Azione” di Carlo Calenda, “+Europa” di Emma Bonino (e qualche altro piccolo partitino percentualmente non rilevante) come può usare toni simili in una campagna elettorale già tesa dopo due anni e mezzo di restrizioni e lockdown?

Come scrive “ildenaro.it” questo atteggiamento di Calenda apre la strada ad uno “stop quindi a manifestazioni di protesta di attivisti e residenti facendo anche ricorso alla forza”.

Gli italiani voteranno davvero un soggetto che parla in questo modo e che paventa violenza sui cittadini?

Come può Emma Bonino, vecchia radicale cresciuta alla scuola del non-violento Marco Pannella, accettare una simile dialettica da parte del suo alleato di punta?

L’opinione di molti nostri lettori sentiti sul tema è che una simil dialettica vada stigmatizzata senza “se” e senza “ma”. La ferocia dello Stato nei confronti di una popolazione disarmata e pacifica non è degna dell’Italia ma dei Paesi in cui vige la dittatura e non la democrazia.

Questo modo di condurre la campagna elettorale sarà propizio per la coppia Calenda-Bonino?

Noi, come sempre, monitoreremo il percorso elettorale e vi terremo debitamente informati.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 28/07/2022