Attenti a quei due. Renzi e Calenda alla prova del voto

Riusciranno i due rampanti politici a convincere gli italiani ad affidargli il loro voto?

In questi giorni molti commentatori politici hanno espresso perplessità sull’alleanza fatta tra “Italia Viva” di Matteo Renzi e “Azione” di Carlo Calenda. Non pochi esperti di sondaggi sono convinti che Renzi abbia fatto un errore di valutazione ad allearsi con quel Calenda che – non troppo tempo addietro – disse: “il modo di far politica di Matteo Renzi mi fa orrore”.

Il leader di “Italia Viva”, sentitosi toccato sul nervo scoperto, ha deciso perciò di fare un video per spiegare la sua scelta a e la sua posizione politica in questa alleanza.

Su Twitter ha detto: “Io credo che aver fatto l’accordo con Calenda – anche a costo di un passo indietro – è un grande passo in avanti per gli altri. Il mio è un passo indietro, ma per la comunità è una rincorsa quindi penso che non è vero che non avessimo altre scelte, avremmo potuto fare tranquillamente la sfida in solitaria, ma saremmo stati meno credibili, meno forti.

La vedo così: noi abbiamo la possibilità di fare per la prima volta una somma di partiti dopo la “Margherita” – che è l’unica eccezione in questo senso – la “Margherita” del 2001 con Rutelli, che fa più dei singoli partiti che si mettono insieme, cioè di solito quando metti insieme due partiti la somma non è mai uguale a quella dei singoli due partiti, penso che questa volta il risultato di “Azione – Italia Viva” sarà superiore alla somma dei singoli e questo dimostra che la nostra non è una scelta obbligata, ma è una scelta voluta”.

Insomma, Matteo Renzi difende la sua scelta e ribadisce che l’alleanza con Calenda sarà una novella “Margherita”, una rivoluzione nel mondo politico, la creazione di un vero e vivace “Terzo Polo”.

Il leader di “Italia Viva”, negli anni, ci ha abituati a diversi “coup de theatre” e, non di rado, gli sono anche riusciti. Come dimenticare la rapida e brillante scalata che fece alla segreteria del “Partito Democratico” scalzando Enrico Letta, Pierluigi Bersani e Massimo D’Alema?

Una cosa è sicura: l’alleanza “Azione – Italia Viva” porterà via diversi voti alla coalizione di Centro Sinistra favorendo in modo chiaro ed inequivocabile quella di Centro Destra.

Tra 21 giorni gli italiani andranno alle urne per scegliere il nuovo Governo e la nuova composizione del Parlamento. Sceglieranno il Centro Sinistra, il Centro Destra o il Terzo Polo?

Solo il tempo saprà darci risposta ed ormai non ci resta che attendere tre settimane per conoscere il verdetto delle urne.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 04/09/2022