Martino Bissacco e Franco Fassone in mostra a Torino

I due pittori torinesi espongono presso Lo Scarabocchio-Saletta d’Arte di Ciro Spinapolice

A Torino, dal 15 ottobre al 5 novembre 2022, si terrà la Mostra dei pittori torinesi Martino Bissacco e Franco Fassone, presso Lo Scarabocchio-Saletta d’Arte di Ciro Spinapolice, in via Domodossola 44, in Borgata Parella. La presentazione sarà curata dal critico d’arte Enzo Papa.

L’inaugurazione si terrà sabato 15 ottobre, alle ore 17:30.

Martino Bissacco, nato a Taglio di Po nel 1941, si trasferisce molto giovane a Torino. Formatosi presso la bottega del Pittore Mario Brunetti, dopo vari passaggi dal paesaggistico al surreale approda definitivamente alla pittura informale. Partecipa a mostre collettive in Italia e all'estero.

Di lui il critico d’arte Enzo Papa scrive: Martino Bissacco è artista noto e stimato per la tipologia delle sue creazioni non figurative, definibili astratte, ma non informali, giacché i dipinti di Bissacco rispondono ai criteri dell’Astrattismo suggeriti da Kandinskij, il padre della pittura “non-figurativa”: disegno, sensibilità al colore, equilibrio della composizione, ed anche un po’ di poesia.

Tutti i requisiti formali e stilistici suggeriti da Kandinskij si ritrovano in Bissacco, il quale vanta una progredita esperienza di disegno, che è la struttura portante di ogni composizione, ed estrinseca una raffinata abilità negli accostamenti cromatici, in cui i colori caldi e freddi, luminosi o insaturi, primari o derivati si contrappongono in valenze di vigoroso impatto visivo e di efficace e spesso commovente empatia, a ragione dell’equilibrio delle masse, accese con i bianchi purissimi o rinvigoriti dal contrasto dei toni profondi di nero, bruno, viola, blu-notte.

Il risultato è una romanza lirica di prorompente vitalità e di immediato coinvolgimento emotivo.

Franco Fassone è nato a Torino. Si è diplomato al primo liceo di Belle Arti di Torino, successivamente ha seguito il corso presso la Scuola di Cartellonista Pubblicitario. In seguito, ha frequentato lo studio del pittore Pippo Bercetti. Ha partecipato a numerosi concorsi ottenendo premi e riconoscimenti, fra i quali il Premio artistico Internazionale "Orizzonti d'Arte" 2018 (Regione Piemonte, Torino), "Vette d'Arte" 2018, Primo premio Internazionale "L'arte incontra la Poesia" (Arte Città Amica, Torino).

Scrive il critico Enzo Papa: Franco Fassone, per quanto autonomo nelle scelte e nelle composizioni, si può inquadrare nello storicizzato movimento artistico (o corrente figurativa) noto con il vocabolo “Surfanta”, incrocio delle voci “Sur(reale)” e “Fanta(stico)”, promosso dal pittore Lorenzo Alessandri, cui aderirono nomi come Abacuc, Camerini e Colombotto Rosso.

Il surrealismo fantastico è la forma di arte figurativa che oscilla tra la surrealité di André Breton e l’astrattismo d’origine figurativa, dunque deformata dall’immaginazione dell’artista, il quale altera, modifica, deforma i percetti e li interseca in altre e nuove figurazioni, in cui lo spettatore vede incroci di elementi dei tre regni della Natura, vegetali o animali, con o senza evocazioni figurative umanoidi.

Fassone ignora quasi completamente la valenza coloristica, privilegiando le forme o le deformazioni, che la sua immaginazione percepisce e trasforma e il suo occhio compone (o scompone) per ottenere effetti di sorpresa emotiva, sintesi della convulsa condizione umana.

 

La Mostra è stata curata da Ciro Spinapolice, presidente del Gruppo Associativo Artistico Culturale ART-TO.

L’inaugurazione si terrà sabato 15 ottobre alle ore 17:30 e sarà visitabile con orario 15:00-19:30 da martedì a sabato, fino al 5 novembre 2022.

 

Saletta d’Arte “Lo Scarabocchio”

Associazione ART-TO - via Domodossola 44 - 10145 Torino

Info 3668045636 -  www.scarabocchioarte.it  

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 11/10/2022