Intervista all'onorevole Riccardo Magi su elezioni in Lombardia e Sicurezza

Il Governo Meloni promette, col consenso dei cittadini, una stretta sui migranti. La sinistra radicale non ci sta e difende i migranti.

In queste prime settimane del 2023 abbiamo visto come l’immigrazione abbia peggiorato il senso di sicurezza dei cittadini italiani.

La trasmissione di approfondimento politico “Fuori dal Coro”, condotta da Mario Giordano su Rete4, ha mostrato al grande pubblico la gravissima situazione che si verifica ogni giorno, 24 ore su 24, dinanzi alla Stazione Centrale di Milano.

Giuseppe Sala, sindaco di Milano, evidentemente non si rende conto della gravità della situazione o, come spesso accade in casa PD, finge che non vi sia un problema per continuare a difendere un’immigrazione irregolare che è – al netto dei fatti – indifendibile.

Noi di “Civico 20 News”, sul tema, abbiamo voluto intervistare l’onorevole Riccardo Magi, “+ Europa, che in merito ci ha detto: “Sul tema specifico, quello dell’immigrazione, noi crediamo che servano a questo Paese ricette rigorose: uscire dalla retorica e dalla contrapposizione dei “porti aperti – porti chiusi” e dire finalmente che serve incentivare la regolarizzazione delle persone a determinate condizioni. Chi ha un datore di lavoro pronto ad assumerlo deve potersi regolarizzare anche se è un irregolare. Questo non lo consente la Legge Bossi-Fini e noi crediamo che sia una rigidità stupida che non conviene a nessuno. I problemi della sicurezza, molto spesso, sono legati alla marginalità, sono legati all’irregolarità. Si deve combattere, quindi, l’irregolarità”.

Da un seguace di Emma Bonino e del suo pensiero “immigrazionista” non ci saremmo aspettati una diversa risposta.

All’onorevole abbiamo chiesto di darci un parere sulla sicurezza e sulla situazione specifica della Stazione Centrale di Milano ma ci siamo sentiti dare una risposta retorica sulle ipotetiche falle della Legge Bossi-Fini e sulla necessità – secondo “+ Europa” – di regolarizzare chi è entrato nel nostro Paese violando la legge e dimostrando, sin da subito, di non essere in grado di rispettare le regole.

Lo stesso Riccardo Magi, da noi interpellato sul mancato sostegno di “+ Europa” al candidato Governatore della Lombardia Pierfrancesco Majorino, “Partito Democratico”, ci ha detto: “In Lombardia non saremo presenti con una nostra lista. Questo per una valutazione politica che ha visto da una parte il Terzo Polo andare su una candidatura per noi non condivisibile, quella di Letizia Moratti, dall’altra parte perché l’impegno che in un primo momento aveva assunto il candidato Majorino – anche con noi – a non prendere nella coalizione il “Movimento 5 Stelle” se non vi fosse stato un consenso da parte di tutte le forze della coalizione, non è stato mantenuto. Per noi non c’erano le condizioni politiche”.

Peccato che poche ore dopo la nostra intervista Igor Boni, presidente di “Radicali Italiani”, ha postato una foto sul suo profilo Facebook in cui è abbracciato all’avvocato Giulia Crivellini, Tesoriere di “Radicali Italiani”, e al medico Michele Usuelli, Consigliere Regionale di “+ Europa” Lombardia. A commento della foto questo invito: “Sono candidati nella provincia di Milano. Se avete la fortuna di risiedere lì, sappiate che non potete perdere questa occasione. Basta mettere una croce sulla Lista Majorino Presidente e scrivere come preferenze CRIVELLINI e USUELLI”.

La cosa ci lascia spaesati.

L’onorevole Riccardo Magi, che è presidente di “+ Europa”, ci ha detto che non avrebbero sostenuto il candidato Majorino perché aveva stretto un accordo con il “Movimento 5 Stelle”. Dopo poche ore da queste dichiarazioni ci troviamo Michele Usuelli, attuale consigliere regionale in Lombardia per “+ Europa”, sostenere Majorino in una lista civica.

Il 12 e 13 febbraio prossimi la Regione Lombardia sarà chiamata a rinnovare il proprio Governatore e il proprio Consiglio Regionale. Come voteranno i lombardi? Sosterranno i candidati di area radicale e “+ Europa” a fianco di Majorino o riconfermeranno Attilio Fontana e la sua squadra?

Seguiremo la campagna elettorale e vi terremo informati.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 16/01/2023