APRI
IL
MENU'
Cultura e Spettacolo
“Amori spezzati”, in Borgata Campidoglio a Torino
Il reading teatrale, a cura di Compagnia 3001 con le attrici Adriana Zamboni e Margherita Casalino, si propone il contrasto alla violenza contro le donne
Articolo di Milo Julini
Pubblicato in data 24/11/2023

A Torino, in Borgata Campidoglio, il 25 novembre alle ore 19:00, per il finissage della mostra “SEGNATELO! Un mese di Lettering e Calligrafia”, mostra collettiva e performance di calligrafia che si è svolta al MAU (Museo d’Arte Urbana, via Rocciamelone 7 c) in collaborazione con Associazione Dal segno alla scrittura e all’interno di DIFFUSISSIMA 2023, sarà messo in scena “Amori spezzati”, reading teatrale a cura di Compagnia 3001 con le attrici Adriana Zamboni e Margherita Casalino, per il contrasto alla violenza contro le donne e in ricordo delle vittime di omo-lesbo-transfobia in occasione del TDoR (Giornata della memoria transgender) 2023.

Per questa ricorrenza, saranno eseguite dal collettivo MBAG due panchine in Circoscrizione 3 (con il patrocinio della Circoscrizione 3), di cui una dedicata ad Elektra Bionic, nome d'arte di Mattia Di Renzo, drag queen italiana, nota per aver vinto la prima stagione di Drag Race Italia.

Le panchine saranno presentate durante il finissage.

L’iniziativa fa parte del progetto Fucina Campidoglio

Amori spezzati

In un parco pubblico due donne s’incontrano per caso su una panchina durante la pausa pranzo. Una è all’apparenza dimessa, l’altra sicura di sé. Attraverso la lettura di un articolo di giornale che riguarda uno dei numerosi casi di violenza contro le donne, le due iniziano a dialogare e, poco per volta, riveleranno di conoscere l’argomento da vicino… Proprio dalla condivisione delle loro esperienze riusciranno a trarre forza e a liberarsi un po’ dal peso di ciò che hanno vissuto.

Il dialogo è arricchito da letture di testimonianze di donne che hanno subito violenza, brani letterari, brani musicali cantati dal vivo e, sullo sfondo, un telo trasparente viene via via dipinto da una delle attrici.

La scelta delle testimonianze è stata fatta in collaborazione con l’associazione “Donne e Futuro” e con il Centro Antiviolenza “Demetra” delle Molinette, puntando non solo su casi eclatanti di violenza fisica, ma anche su quelle situazioni domestiche in cui la coercizione utilizza l’aspetto psicologico, oltre ad alcuni casi a lieto fine per consentire di guardare con speranza alla possibilità di superare questa piaga, per certi versi, omertosa.

Reading a cura di: Margherita Casalino, Adriana Zamboni.

Pittura: Adriana Zamboni.

Canzoni live: Giovanna Mais.

 

 

© 2023 CIVICO20NEWS - riproduzione riservata

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO
Altre notizie di
Cultura e Spettacolo