Boxe, ecco chi è Vasyl Lomachenko

La scuola pugilistica ucraina sforna una nuova promessa della boxe

In principio furono Vladimir e Vitali Klitschko, i fratelli ucraini in grado di vincere quasi tutto e che sono riusciti per più di un decennio a dettare legge all'interno della categoria dei pesi massimi.

Intanto la scuola pugilistica ucraina ha continuato a plasmare dei talenti della Nobile Arte che hanno solcato il ring e iniziano a farsi conoscere per la loro tecnica sopraffina e la giusta aggressività agonistica.

E' il caso di Vasyl Lomachenko, classe 1988, che in un momento storico in cui la boxe moderna ha visto ritirarsi campioni del calibro di Manny Pacquiao e Floyd Mayweather Jr. sta dando e darà moltissime soddisfazioni agli appassionati e agli addetti ai lavori delle dodici corde.

Ha avuto una carriera dilettantistica di tutto rispetto, diventando in breve tempo tra i più forti pugili dilettanti della storia con un record di 391-1.

Ha conquistato la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Pechino del 2008 per la categoria dei pesi piuma e ripetendosi alle Olimpiadi di Londra nella categoria dei pesi leggeri.

Tutte queste premesse hanno fatto ben sperare in una carriera da professionista assai interessante. E il giovane Vasyl non ha di certo deluso le aspettative.

Si è laureato campione mondiale dei pesi piuma, riuscendo a battere pugili coriacei grazie alla sua tecnica precisa e granitica.

Domenica scorsa poi ha raggiunto un traguardo di tutto rispetto al Madison Square Garden di New York dove ha ottenuto una vittoria importante contro il portoricano Roman Martinez, conquistando la corona dei superpiuma sigla WBO al suo settimo incontro da pugile professionista.

Sembrerebbe quindi un talento con un destino già scritto quello di Lomachenko, in grado di mettere in difficoltà pugili assai bravi nella loro categoria.

I paragoni con i campioni che hanno scritto pagine importanti nella boxe degli ultimi 10 anni non si sono di certo sprecati e qualcuno per talento e caratteristiche lo ha paragonato a Manny Pacquiao.

Il giovane talento ucraino sarà in grado di far entrare il suo nome nell'Olimpo dei grandi campioni della Nobile Arte? Vedere per credere.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 15/06/2016