Torino - Safatletica festeggia i 30 anni di attivitą

Presso la Lavanderia a Vapore di Collegno

Venerdì 10 novembre, presso la Lavanderia a Vapore di corso Pastrengo 51 a Collegno, la Società Safatletica festeggerà i 30 anni di attività. L'appuntamento è per le ore 18,30: la partecipazione all'evento dovrà pervenire inviando un mail a safa30@safatletica.it o chiamando il numero 011/750.97.01.

"Insegnavo alla Sacra Famiglia e di lì nacque il disegno di chiamare così la Società sportiva - racconta Marco Ivo, Presidente del Sodalizio - che negli anni ha consolidato la sua importante funzione sociale e, naturalmente sportiva, che ha fornito multeplici opportunità ai giovani e non soltanto". 

Tanti sono infatti i traguardi di prestigio raggiunti dagli atleti nell'arco di tempo che pare intramontabile e continua a regalare successi a tutti i livelli:

"Sono molto soddisfatto - dice ancora il Presidente -  ed orgoglioso del lavoro che stiamo compiendo ed il più bel riscontro ci viene proprio dai giovani che portano avanti un progetto che si rivela di giorno in giorno inesauribile. E non desidero soffermarmi sui singoli risultati anche per non limitare alla semplice prestazione il vero senso del nostro quotidiano operato".

Un impegno corale di tutto lo Staff organizzativo che spazia dalla preparazione atletica alle varie manifestazioni all'organizzazione di importanti attività come estate ragazzi e tante altre che affiancano la formazione scolastica a quella sportiva, binomio insostituibile nella crescita sana e consapevole dei propri mezzi, ma sempre nel rispetto di ogni singola realtà.

Chiudiamo riaffermando l'importante messaggio che Safatletica manda nel 30° anniversario:

"Proseguiremo nell'itinerario prefisso che si sta rivelando traccia indelebile nella crescita e nel concretizzarsi sempre più di quei valori umani che sono alla base del vivere nel rispetto delle qualità personali senza alcuna prevaricazione".

Dice ancora Marco Ivo che conclude:

"La propria qualità deve sempre esprimersi nel rispetto di tutti, soprattutto di chi si adopera per raggiungere gli obiettivi prefissi con l'onestà intellettuale che riconosce i propri limiti. Solo così la crescita è patrimonio di tutti senza distinzioni di qualsiasi sorta". 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 08/11/2023