L’EDITORIALE della DOMENICA di CIVICO20NEWS – Enrico S. Laterza : Scongiura

Svelata l’assurda sceneggiatura di un incredibile film o videogioco fantascientifico-distopico-catastrofista

Spett.le Ufficio Produzioni della Paramonster Pictures, Inc.,

 

siamo con la presente a sottoporre alla Vostra competente considerazione un soggetto per la sceneggiatura d’un assurdo film di genere fantascientifico-catastrofista e distopico-cospirazionista (nell’assunto che un buon complotto deve comprendere giusto dei “complottisti”, ovviamente ridicoli e auspicabilmente terrapiattisti, che lo rivelino e, essendo completamente inattendibili, lo rendano indubbiamente non credibile all’opinione pubblica), un po’ sulla scia dell’Esercito delle 12 Scimmie di Terry Gilliam o della saga di Matrix, ovvero di Balle spaziali.

 

Ne accenniamo qui di seguito la sinossi.

 

In un’epoca contemporanea non ben identificata, una sorta di “Cupola” plutomafiocratica globale, in parte occulta e in parte sfrontatamente esibizionista, legata più da delle Wahlverwandtschaften che da una stringente organizzazione gerarchico-associativa, escogita di scatenare e diffondere sull’intero Pianeta una perniciosa epidemia d’influenza o raffreddore grave, in una forma patologica assai aggressiva e sintomatica ma solo in alcuni casi mortale, comunque in grado di contagiare miliardi di individui, decimare i deboli, specialmente i vecchi (sacrificabili, con malcelata soddisfazione degli istituti pensionistici), e di bloccare e mandare in tilt i fragili sistemi sanitari ed economici collettivi. Naturale, originato “spontaneamente” in un grande mercato tradizionale, oppure artificiale, sfuggito "inavvertitamente" da un laboratorio, il virus inizia la sua scorribanda inarrestabile ai quattro angoli della sfera (o… disco) del mappamondo.

 

Lo scopo? Non lo si capisce esattamente, però è intuibile. Oltre all’avidità d’arricchimento cogli enormi guadagni speculativi che lo sciacallaggio indiscriminato sul caos creatosi dal commercio illecito di mascherine farlocche alle inoculazioni dei mutevoli vaccini per il bovino popolino convoglierà nelle loro tasche virtuali, in soldoni sonanti o criptovalute (in procinto di lasciarne scoppiare la megabolla in faccia agli ultimi poveracci che avranno il cerino fra le dita) e alla smisurata crescita dei domini su cui già regnano e spadroneggiano, quei Superpotenti (secondo l’affettuoso nomignolo che si sono attribuiti per riconoscersi), sdraiati sulle dorate spiagge delle felici Isole del Caimano, fiscalmente paradisiache, o in panciolle sui lussuosi litorali rossastri di Marte, desiderano divertirsi a tale crudele ed accattivante videogioco reale, per stabilire chi riuscirà a trionfare, provocando danni e vittime in maggiore quantità, preferibilmente senza distruggere del tutto l’Umanità (sennò poi non rimarrebbe nessuno da vessare in futuro!…); come a risiko, ad ognuno è assegnata un’area geografica da predare e devastare, con la complicità prezzolata di immense schiere di schiavi e lacchè, confratelli alloggiati e governanti compiacenti, mass-media disorientanti e imbecilli di varia avariata specie. Che vinca il peggiore!

 

Si tratta anche di un interessante esperimento strategico che i complessi militar-industriali e di intelligence di Cina, Russia e USA avranno l’agio di analizzare con cura, per soppesare le ripercussioni ad ampio raggio di una prossima guerra biochimica.

 

Né mancheranno alla trama del lungometraggio momenti d’ironica ilarità quasi fiabesca: ad esempio, quando gli stralunati sfortunati cittadinucci del Belpaesello dello Stivaletto, cromaticamente scis/si fra chiusure spesso insensate, chimeriche riaperture e spericolate liberazioni estive fra le ripetute ondate della tempesta morbifera, si affidano ad un ministro chiamato Speranza o si prostrano dinanzi al divino Drangon-Bank

 

I sospetti e le indagini di rari personaggi indipendenti (“i nostri eroi”) cadono nel vuoto.

 

Morale: niente. La gente non si ribella. Mai.

 

Trattandosi di una pellicola che prelude ad una serie interminabile di puntate, spin-off, prequel eccetera, per cinema, tv, play-console e web, ci pare inutile indicare un finale.

 

Certi di cortese riscontro, porgiamo cordiali saluti,

 

Enrico S. Laterza

 

P.S.) Titolo: Scongiura.

 

 

 

© 2021 CIVICO20NEWS - riproduzione riservata

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 18/04/2021