Chieri (TO) - Torna da oggi la XIII Edizione di Musica in Corte

Nello splendido Cortile del Palazzo Comunale in via Palazzo di Cittą

La rassegna organizzata dall'Accademia dei Solinghi inizia oggi giovedì 14 luglio alle ore 21 con “Sonate e canzoni del '500/'600” dell'Accademia degli Umoristi.

 

L'ensemble “Accademia degli Umoristi”, formato dai flautisti Susanne Geist e Giulio De Felice, dai trombonisti Stefano Cicerone e Alessandro Lione e dall'organista Matteo Cotti, prende il nome dall'omonima Accademia sorta a Roma nel corso XVII secolo, di cui fecero parte letterati del calibro di Guarini, Tassoni e Marino.

 

Tutti i suoi componenti sono giovani musicisti attivi da anni nella riscoperta del repertorio del primo barocco che eseguono, adottando un approccio storicamente informato, con l'uso di fedeli copie di strumenti originali e il rigoroso rispetto dei dettami della prassi esecutiva in auge tra il XVI e il XVII secolo.

 

Hanno fatto il loro debutto concertistico con un programma monografico delle sonate per flauti e tromboni di Dario Castello. Si sono esibiti in diverse rassegne e festival tra cui “Organalia”, “Vercelli Organ Festival” e “Talenti Vulcanici” alla Pietà dei Turchini di Napoli.

 

Le note al programma recitano che insieme al rapido sviluppo del repertorio vocale, che trovava espressione sia in ambito sacro sia nella sfera profana, negli ultimi anni del XVI secolo un numero maggiore di compositori iniziò a dedicarsi ai generi strumentali, che divennero un importante modello di stile per la sonata barocca.

Tra i primi autori a dedicarsi alle opere per ensemble strumentale vi fu Giovanni Paolo Cima che probabilmente scrisse la prima raccolta mista di “concerti ecclesiastici” di musica sacra vocale e sonate per diverse formazioni. Giovanni Paolo Cima ha dato ispirazione a diversi compositori veneziani come Giovanni Battista Fontana, Massimiliano Neri e Bartolomeo de Selma y Salaverde.

 

Quest'ultimo fu un monaco spagnolo dell'ordine agostiniano che viaggiò in tutta Europa e stampò nel 1638 a Venezia la sua raccolta “Canzoni, Fantasie e Correnti”, opera che si colloca a ponte tra lo stile tipico delle diminuzioni spagnole di Diego Ortiz e le prime sonate da camera di Giovanni Paolo Cima. Parallelamente allo sviluppo dell'opera monteverdiana a Venezia anche lo stile strumentale si arrichirà grazie al genio compositivo di autori come Giovanni Battista Fontana e Dario Castello.

 

Entrambi compositori veneziani di umili origini morti giovani nella stessa epidemia di peste del 1630/1631. Nella loro musica si troveranno tutti contrasti e affetti della vita del seicento: dai nobili agli artigiani, dalla vita mondana alla vita ecclesiastica, dal carnevale alla morte.

 

Giovedì 21 luglio alle ore 21 è il turno di Folet d’la Marga con “La quintessenza”, musica e alchimia tra Medioevo e Rinascimento - Un viaggio attraverso la musica, il teatro e la giocoleria

 

Ogni elemento presente in Natura viene rappresentato con la musica, il teatro e la giocoleria in un ”Armonico Concento” che incarna l'idea di armonia, di bellezza, come si può osservare in molte opere d'arte ed architettoniche del tempo.

 

Musicisti:

 

Massimiliano Andreo (Magistro Gaudenzio): percussioni, colori e voce

Simone Lombardo (Maestro Simonaccio): cornamuse, flauti, ance e ghironda,voce

Juri Grosso (Giullar Jugoletto): giocoliere, acrobata, voce

Stefano Ricca (Lo magnifico Tetucchio): giocoliere, acrobata, voce

Paolo Zandarin (Mastro Aldobrandino): fiati, cornamuse, bombarda, symphonia, ribeca, voce narrante

 

Ultimo concerto, martedì 26 luglio alle ore 21 con l'Estemporanea Ensemble – Tra le righe del Flauto Magico con musiche di Mozart.

 

Era il 30 settembre 1791 quando, per la prima volta, andava in scena Il Flauto Magico. Una fiaba fatta di luce e di ombra che si fa luce, con elementi fantastici, leggera e impalpabile. Mozart era lì, a dirigere l’orchestra. Mozart era lì, alla fine della sua vita.”

 

Lucia Margherita Marino - testi e voce recitante

ESTEMPORANEA Ensemble

Elisa Parodi - ?auto

Massimo Bairo - violino

Tamara Bairo - viola

Luigi Colasanto – violoncello

 

Organizzazione: Comune di Chieri – Servizio Promozione del Territorio ed Attività Culturali

Direzione artistica Accademia dei Solinghi

Ingresso € 8 – ridotto € 5 libero per giovani fino a 12 anni

 

In caso di maltempo i concerti si terranno in Sala Conceria- via Conceria, 2 - Chieri

Organizzazione: Comune di Chieri – Servizio Promozione del Territorio ed Attività Culturali

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 14/07/2022