Monsignor Vigan˛ invita i fedeli ad "alzare la voce contro l'apostasia e i suoi autori"

Storiche parole proferite da un Arcivescovo cattolico, diplomatico della Santa Sede in quiescenza.

Da diverso tempo stiamo dando spazio a quanti, con documentazione verificabile, pongono seri dubbi sulla legittimità del pontificato di Jorge Mario Bergoglio.

Recentemente abbiamo parlato di un più che probabile scisma che nascerà all’interno della Chiesa Cattolica Romana a seguito del vergognoso “Sinodo sulla Sinodalità” che inizierà il 04 ottobre prossimo. A sostenere tale tesi, fra gli altri, monsignor Carlo Maria Viganò, Arcivescovo cattolico, già Nunzio Apostolico in terra statunitense.

Proprio lui, rivolgendosi ai suoi molti seguaci, ha ricordato come “a La Salette, la Madonna ci ha avvertito: ‘Roma perderà la Fede e diventerà la sede dell’Anticristo’. Non sarà la Santa Chiesa, indefettibile dalle promesse di Cristo, a perdere la Fede: sarà la setta che occupa la Sede del Santissimo Pietro e che oggi vediamo propagare l’anti-Vangelo del Nuovo Ordine Mondiale”.

Parole molto dure che, però, se si considera la bocca che le ha proferite, hanno un valore senz’altro non trascurabile. A dire queste cose non è un uomo qualunque ma un diplomatico della Santa Sede che ha curato i rapporti tra il Vaticano e gli Stati Uniti d’America per molti anni.

Secondo l’Arcivescovo “non è più possibile tacere, perché oggi il nostro silenzio ci renderebbe complici dei nemici di Dio e del genere umano. Milioni di fedeli sono disgustati dagli innumerevoli scandali dei Pastori, dal tradimento della loro missione, dall’abbandono di coloro che per Ordine Sacro sono chiamati a testimoniare il Santo Vangelo e non a sostenere l’instaurazione del regno dell’Anticristo”.

Incredibile come Bergoglio e i suoi collaboratori non si rendano conto di avere ormai buona parte del Cattolicesimo autentico contro. Le realtà che si oppongono allo pseudo pontificato di Jorge Mario Bergoglio ormai sono sempre di più.

In Italia la realtà più nota – e forse l’unica numericamente rilevante – è identificabile nel “Piccolo Resto Cattolico” capeggiato da don Alessandro Maria Minutella e dal suo “Sodalizio Sacerdotale Mariano” (nella foto a destra).

Negli USA la realtà più organizzata e consistente fa capo appunto a monsignor Carlo Maria Viganò che, forte del consenso di cui gode, lancia un appello ai Cattolici in dissenso con Bergoglio: “Prego i miei Fratelli nell’Episcopato, sacerdoti, religiosi e, in modo particolare, i fedeli laici che si vedono traditi dalla Gerarchia, di alzare la voce per esprimere con spirito di vera obbedienza a Nostro Signore, Capo del Corpo Mistico, denuncia ferma e coraggiosa di questa apostasia e dei suoi autori”.

Queste parole cadranno nel vuoto o produrranno una qualche forma di ribellione da parte del Popolo di Dio nei confronti dell’occupante del Trono di Pietro?

Attendiamo eventuali sviluppi e – come sempre facciamo – vi terremo informati.

© 2023 CIVICO20NEWS - riproduzione riservata

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 08/08/2023