Tulasi Gowd: l’enciclopedia della foresta
Tulasi Gowd

Sostenibilitŕ e ambientalismo

Sguardo fiero, capelli raccolti, il sari tradizionale con i gioielli che le adornano collo e polsi, la donna in fotografia è Tulasi Gowd.
E’ stata definita dagli ambientalisti “l’enciclopedia della foresta”, mentre dalla sua tribù è considerata “la dea degli alberi”.

Questa militante scalza che cura la foresta indiana è una donna indigena di 83 anni originaria della tribù degli halakki nell’India del sud.

Soprannominata “l’enciclopedia della foresta” per la sua grandissima conoscenza, di semi e piante, pur senza aver avuto alcuna istruzione formale.

Secondo i rapporti del Governo Indiano, Gowda ha piantato fino ad oggi oltre 100.000 alberi e ha lavorato tutta la sua vita per proteggere il Pianeta.

Secondo il ricercatore Yellappa Reddy, l’ottantatreenne è stata in grado di rigenerare piante autoctone, in pericolo d’estinzione, ed è così esperta delle piante che conosce il tempo della fioritura, della germinazione e sa quando è il momento migliore per raccogliere il seme dell’albero madre.

Alla donna è stato assegnato il Padma Shri Awards 2020, la quarta onorificenza civile nazionale indiana, per il suo lavoro di protezione ambientale e sensibilizzazione verso i più giovani.

Tulasi attraversa le piantagioni a piedi nudi e le basta sfogliare con le dita le foglie per capire come stanno i germogli.

E il suo nome dice già molto di lei. Il “tulasi” infatti è una pianta dalle innumerevoli proprietà tanto da essere considerata manifestazione della dea Lakshami nel mondo vegetale.

La donna, rimasta orfana di padre a tre anni e divenuta sposa a dodici, inizia da giovanissima a lavorare, pagata alla giornata, per il dipartimento forestale del Karnataka, dedicandosi in particolar modo alla cura dei semi nel semenzaio di Agasur.

Portò negli anni risultati straordinari grazie anche a un retaggio culturale di origini antiche. Nella sua tribù di stampo matriarcale, da secoli ormai sono le donne ad avere il compito di proteggere, curare e coltivare la terra.

In India, il 90 per cento degli alberi nativi ha difficoltà di rigenerazione. Godwa sa identificare l’albero madre di ogni specie in qualsiasi punto della foresta esso si trovi.

E, quando il seme proviene dall’albero madre, la rigenerazione è più efficace.

Nonostante oggi sia in pensione, Tulasi non ha smesso di creare consapevolezza sul ruolo vitale delle piante, dei fiori e delle erbe.
Così, oggi insegna ai bambini a seminare e a prendersi cura dei semi.

Una grande donna; da ricordare.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 31/08/2020