Pianeta Toro Preoccupa il pareggio interno con il Crotone

All'Olimpico Grande Torino ancora una prova deludente

C’eravamo tanto …. illusi…….

Dopo la “rinascita” nel recupero infrasettimanale contro il Genoa, il Toro ritorna nella sua veste abituale pareggiando in casa contro l’ultima in classifica, il Crotone di Stroppa che ha giocato sicuramente un calcio più determinato e vigoroso dimostrando una innegabile superiorità atletica e mentale.

Lo 0 a 0, dobbiamo ammettere, va stretto al Crotone che ha “rischiato” di vincere con la pregevole conclusione di Pereira che ha trovato un “ritrovato” Sirigu: “Saracinesca” ha chiuso da par suo evitando ai granata un secondo tempo in affanno.

Il “Gallo” Belotti, che ha sicuramente pagato l’affrettato quanto stoico rientro contro il Grifone dopo l’infortunio al ginocchio rimediato nel match con la Lazio, ce l’ha messa tutta, come al solito ma non poteva certo avere la giusta condizione per superare l’asfissiante marcatura di Magallan che gli è valsa pure l’ammonizione.

Solo nella parte conclusiva del match, dopo i cambi effettuati dal Mister Giampaolo, si è visto qualche sprazzo di gioco che ha scaturito un palo casuale su cross di Gojak e due conclusioni (Bonazzoli e Murru) che potevano essere determinanti per l’esito dell’incontro che ha rimesso in luce le ombre, e ci venga perdonato il bisticcio di parole, di quel Toro che il Popolo granata pensava di poter dimenticare.

Come pure l’arbitraggio del romano Fourneau che ha impiegato più di un tempo per estrarre il primo cartellino giallo a tutela di quel Belotti, ammonito anch’egli dopo l’ennesimo intervento scorretto subito.

Si spera che la sosta per gli impegni della Nazionale sia determinante per il recupero fisico e mentale di tutta la squadra; diversamente la posizione del Mister Giampaolo sarà sempre più in pericolo.

(immagini Torino FC)

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 09/11/2020