Pianeta Toro Granata sconfitti dall'Inter dopo il doppio vantaggio parziale

Riaffiorano i soliti cali di condizione mentale

Giocare al Meazza contro un’Inter ancora in cerca di una precisa identità e chiudere la prima frazione di gioco in vantaggio faceva ben sperare il popolo granata che pregustava un possibile successo di prestigio.

La seconda fase di gioco sembrava confermare il sentore: al 17° rigore per il Toro e gol del 2 a 0 per opera di Ansaldi che arricchiva il parziale messo a segno da Zaza al 47° del primo tempo.

Un sogno che durava una decina di minuti abbondanti. Ci pensava il nerazzurro Sanchez a dettare il risveglio interista e dopo tre minuti, per l’esattezza al 32°, Lukaku ristabiliva il parziale sul 2 a 2.

Per poi ripetersi 7 minuti dopo sul rigore: fallo di Nkoulou su Hakimi e Inter in vantaggio. Ma non finisce qui: al 45' Martinez fa 4 a 2 per i meneghini e Toro nuovamente in confusione.

E pensare che i granata stavano esprimendo la migliore prestazione stagionale sotto la guida di Conti, secondo di Giampaolo a casa con il Covid.

Aver perso Belotti nel riscaldamento prepartita non ha certo aiutato i torinisti, ma il calo mentale improvviso ha riportato a galla il problema di sempre.

Giovedì 26 prossimo la Coppa Italia proporrà il match Torino/Entella: un’occasione per cercare di saldare tutte le sbavature che hanno prodotto il tonfo al Meazza in vista del turno di campionato che vedrà i granata impegnati all’Olimpico Grande Torino, lunedì 30, contro una Sampdoria delusa dalla sconfitta interna dell’ultimo turno e quindi in cerca di pronta riscossa.

Una partita da preparare con grande attenzione per evitare l’ennesimo “ritorno al passato”.

(immagini Torino FC)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 23/11/2020