Pianeta Toro All'Olimpico Grande Torino i granata perdono 2/1 con la Dea

Prima giornata amara per l'undici di Juric

Partenza amara per il Toro che deve arrendersi all'Atalanta dopo aver disputato un ottimo incontro. La squadra di Juric, un cantiere in allestimento come ha detto lo stesso Mister, ha giocato a viso aperto contro i bergamaschi di Gasperini perdendo nei minuti di recupero: amara conclusione per la compagine granata che già assaporava la gioia del pari raggiunto al 79° dal "Gallo" Belotti.

L'Atalanta era andata in vantaggio al 6° minuto del primo tempo con Muriel che aveva finalizzato al meglio una sua iniziativa: palla sul primo palo dove Milinkovic - Savic non arriva e vantaggio ospite. Passano tre minuti e Palomino salva il parziale chiudendo in angolo la conclusione di Linetty. Un Toro reattivo che gioca bene senza palla, ma non riesce tuttavia a creare occasioni da gol.

L'Atalanta si fa pericolosa ancora con Muriel ma Singo si oppone d'autorità ed annulla la conclusione che poteva essere determinante per l'esito finale dell'incontro. Si susseguono fasi alterne che non producono tuttavia conclusioni significative fino al 41°: i granata sfiorano il pari con Bremer che inzucca di precisione, ma l'orobico Palomino salva sulla linea.

Passano due minuti e Aina impegna severamente Musso, estremo difensore bergamasco. Ancora dominio granata e dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi.

La seconda frazione di gioco non presenta particolari emozioni tranne il sussulto per l'entrata in campo del "Gallo": siamo al 65° ed è proprio lui a siglare il gol del pareggio quattordici minuti dopo rendendo giustizia ad un risultato che andava stretto ai ragazzi di Juric che sfiorano addirittura il sorpasso con Verdi: palla fuori di un niente.

Sono quattro i minuti di recupero assegnati dall'arbitro Chiffi di Padova e proprio ad uno dal termine Piccoli mette a segno il definitivo vantaggio dell'Atalanta che fa i tre punti lasciando l'amaro in bocca ad un Toro che ha ben giocato e non meritava di pedere.

Si è comunque vista l'impronta di Ivan Juric, in tribuna per una passata squalifica, sul gioco dei granata che hanno disputato un esordio di campionato che meritava miglior sorte.

Dopo la Dea i granata affronteranno la Viola in quel di Firenze con il tecnico croato pronto a confermare l'ottimo lavoro finora svolto al timone di una squadra che ha subito l'affaticamento soltanto negli ultimi fatali minuti di gioco.

(Immagini Torino FC)

 

 

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 22/08/2021