Toro Under 19: la lenta ripresa della Primavera granata

Il giovane tridente granata dą spettacolo, ma la ripresa č ancora lenta.

I tempi gloriosi del 2015 sono ormai lontani. Non parliamo poi dei mitici anni 80/90, in cui, almeno fino all'Era Borsano, il Toro possedeva una delle migliori giovanili d'Europa.

Ad oggi questo posto è occupato dall'Inter, dalla Juve e dall'Atalanta. 

Tornando al Toro, la gestione Cairo della Primavera non è stata peggiore delle ultime presidenze che lo hanno preceduto. Dopo il tracollo del 95', la Primavera, seppur con qualche maggiore soddisfazione rispetto alla squadra maggiore, ha avuto un rendimento fatto di alti e bassi. Mai più tornato ai livelli d'eccellenza dei decenni scorsi.

Dopo le prime sette gare i giovani granata sono fermi a metà classifica. Mentre la rivale bianconera è posizionata provvisoriamente ad un ottimo secondo posto (anche se molte squadre devono ancora giocare), seppur con tre pesanti sconfitte alle spalle (mentre per i granata solo due finora).

Al momento, la squadra più informa del campionato Primavera risulta essere la Roma, la quale si trova capolista, nonostante abbia ancora una partita da giocare. Nell'ultima prestazione ha riportato una vittoria piuttosto larga con l'Atalanta (3 a 0).

Il Torino Primavera si prepara invece ad affrontare la Spal, l’avversaria delle ore 15. La squadra di Federico Coppitelli è reduce dalla vittoria di 2-1 contro la Sampdoria e vuole continuare a collezionare una serie di risultati positivi. Un successo, quello contro la Sampdoria, rimediato sotto gli occhi di Ivan Juric, che si è presentato al “Pozzo-La Marmora” di Biella per assistere dalla tribuna alla partita dei ragazzi guidati da Coppitelli. 

Nonostante le due squadre siano a pari punti, e a parità di prestazioni (3 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte), i bookmakers danno la squadra estense come favorita. Tuttavia, la Spal ha fatto meno gol di quanti ne ha subiti, non meglio del Torino quindi.

Ma al di là delle previsioni avverse, i granata U19  indendono continuare la scia vittoriosa che li ha visti protagonisti con la Sampdoria, con un' ottima prestazione, la quale lascia un buon presagio per la futura sfida con i blucerchiati, prevista per il prossimo dicembre in coppa Italia Primavera.

L'appuntamento di oggi pomeriggio sarà sicuramente emozionante per il responsabile del settore giovanile Ruggero Ludergnani, il quale per la prima volta, dopo sette anni alla SPAL, sarà nella sua Ferrara nella veste di avversario. 

Eppure lo si deve proprio a lui se l'intero settore giovanile ha cominciato a dare i suoi frutti a partire proprio da quest'estate (momento in cui il neo Responsabile ha dato un nuovo ordine alle giovanili granata). Già perchè se il Toro U19 si sta riprendendo, l'Under 15 e l'U16 stanno facendo ottimi campionati, rispettivamente al primo e al quinto posto; sempre al quinto posto vi troviamo pure l’Under 18, reduce da ben quattro successi consecutivi.

L'allenatore granata, oggi pomeriggio, potrà contare su un ottimo tridende d'attacco: Baeten, Akhalaia e Zanetti; i quali hanno dato spettacolo nelle ultime prestazioni. Tuttavia la Spal è una squadra solida e ben impostata.

La partita che si volgerà nel centro sportivo Fabbri sarà l'ottava per entrambe le squadre, e determinerà se sarà la formazione estense oppure quella granata a poter puntare ai futuri Play-off.

Vietato sbagliare quindi, considerando che sono in programma due big match che potrebbero ulteriormente cambiare gli equilibri in classifica, Juventus-Genoa e Inter-Roma.

Riuscirà dunque il Toro a mantenere la sua scia di vittorie come nelle ultime due gare? Oppure saranno i ferraresi a volersi riscattare? Già, perchè la vittoria scorsa col Pescara non è bastata agli estensi per togliersi il sapore amaro della sconfitta con il Genoa.

Per quanto concerne la Classifica, entrambe le formazioni hanno nel mirino il gruppetto trainato da Genoa e Fiorentina - a quota 13 - e seguito da Empoli, Inter, Juventus e Napoli - a 12. Vincere sarà fondamentale per tenere il passo delle prime.

Insomma, domani, fra rimpianti e vecchi ricordi, ambizioni e voglia di vincere, credo proprio che assisteremo ad una delle prime partite decisive per i granata Under 19.

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 07/11/2021