Pianeta Toro A Cagliari un pari che non serve a nulla

Granata in gol solo su autorete dell'isolano Carboni

Poteva andar meglio come anche peggio se pensiamo alla rovesciata del cagliaritano Nandez fuori di poco al 90° quando sarebbe stato alquanto improbabile, per il Toro, trovare il pareggio.

E’ pur vero che la fase terminale della partita aveva vissuto la prevalenza offensiva dei granata con Zaza, Praet e Baselli assai vicino al gol.

La cronaca racconta di un Toro andato in vantaggio con l’autorete di Carboni che deviava in porta la deviazione di Sanabria sulla respinta del portiere isolano Cragno che si opponeva alla conclusione di Pobega.

Per il resto, la prima frazione di gioco aveva non aveva prodotto particolari emozioni tranne le due conclusioni di Carboni che avrebbero meritato migliore fortuna.

La seconda inizia con un prodigioso intervento di Milinkovic Savic su conclusione ravvicinata di Joao Pedro, lo stesso che si inventa, due minuti dopo, una conclusione in rovesciata là dove il portierone granata non può arrivare.

Del prosieguo abbiamo detto; il match si chiude con un pareggio che praticamente non serve a nessuna delle due squadre: il Cagliari dell’ex Mazzarri non esce dalla zona rossa della classifica mentre l’undici di Juric sale al tredicesimo posto della classifica a quota 19.

E domenica 12 dicembre, all’ora di pranzo, il Toro se la vedrà, fra le mura amiche, con il Bologna di Siniša Mihajlovi?: partita difficile che potrebbe segnare una svolta decisiva per i granata ancora in cerca del migliore equilibrio fra i reparti assieme ad una maggiore concretezza in fase offensiva.

(Immagini Torino FC)

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 07/12/2021