Pianeta Toro Granata raggiunti in extremis dall'Inter

La sindrome da recupero colpisce ancora

Quando ormai sembrava fatta, arriva il gol del pari meneghino targato Sanchez. Siamo infatti al terzo abbondante oltre il novantesimo quando l’Inter agguanta un pareggio insperato ai danni di un Toro mai domo e consapevole di aver giocato un grande match contro una delle prime della classe.

I granata erano andati in vantaggio al 12° con Bremer che risolveva una mischia in area mettendo in rete il sapiente suggerimento di Pobega. Ma già al 4° il Toro era andato vicino al gol con il “Gallo” Belotti che faceva tremare l’esterno della porta difesa da Handanovic.

Ancora Belotti impegnava severamente il portiere nerazzurro due minuti dopo il vantaggio, ma gli ospiti si salvavano con Barella che allontanava dopo la respinta dell’estremo difensore. Due minuti e Berisha, portierissimo granata, si opponeva alla conclusione di Lautaro Martinez che incornava il calcio di punizione battuto da Calhanoglu.

Berisha si ripeteva alla mezz’ora deviando di istinto un il tiro ancora di Calhanoglu dalla traiettoria insidiosa ed infida. Allo scadere della prima frazione di gioco è ancora il Toro a sfiorare il raddoppio con Mandragora che lambisce il palo alla sinistra di Handanovic. Il primo tempo si chiude con il dubbio di un rigore non concesso ai granata per un fallo di Ranocchia sul “Gallo”, ma quattro arbitri più il VAR non riscontrano nulla di irregolare (!?!?!?).

Si riprende con il nerazzurro Vecino che conclude di testa: appena sopra la traversa l’incornata sulla punizione calciata da Dimarco. Lo stesso Dimarco impegna severamente Berisha chiudendo il suggerimento di Dzeko che poco dopo si mangia il pari mettendo fuori di testa, mi si perdoni l’accostamento, il cross di Vecino.

Sul capovolgimento, è il Toro a sfiorare il 2 a 0 con Brekalo, servito dal “Gallo” con un preziosismo, che salta anche Handanovic, ma la successiva conclusione viene intercettata da Gosens che sventa la minaccia deviando in angolo. Il prosieguo esalta la reattività del portiere interista che si oppone con successo alla deviazione di Izzo.

Il valzer dei cambi registra anche l’uscita dal campo di Lautaro Martinez che lascia il posto ad Alexis Sanchez. Ad un minuto dalla fine del tempo regolamentare Dzeko manda alto di testa ancora su cross di Dimarco. Al secondo minuto di recupero Pobega sfiora il 2 a 0 per i granata ed un minuto dopo l’Inter pareggia con il neo entrato Sanchez che finalizza al meglio l’ottimo suggerimento di Dzeko.

Finisce così con un pari che non accontenta nessuno e che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di Juric che vincendo non avrebbero rubato niente.

Venerdì 18 il Toro andrà nella città della Lanterna per far visita quel Genoa che viene da un prestigioso pareggio esterno in quel di Bergamo contro l’Atalanta di Gasperini con la certezza di essere una squadra convinta delle proprie qualità, ma che deve tuttavia scacciare quel complesso mentale che ha portato i granata a perdere punti preziosi nei minuti di recupero che fanno comunque parte del tempo regolamentare.

(immagini Torino FC)

Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini

Articolo pubblicato il 14/03/2022